Quanto è spinto il tuo motore? Come valutare il grado di sfruttamento del motore.

Potrebbero interessarti anche...

17 Risposte

  1. Matteo ha detto:

    Le F1 in realtà vanno oltre 25 m/s di MPS, i V8 con il regolamento bloccato passavano i 26, e se è vero che quando i regolamenti erano “più liberi” i V10 avevano un alesaggio che era pressapoco il doppio della corsa (almeno mi par di aver letto così) i 3000cc V10 passavano i 28m/s (ai tempi giravano a 19’000 giri/min)

    • Matteo ha detto:

      è ovvio che oltre per la Fluidodinamica anche dal punto di vista delle perdite meccaniche non è una grande idea muoversi oltre i 25m/s ma con i parametri del motore “bloccati” andare su con i giri era al tempo una delle poche vie percorribili.

      • Manuel83 ha detto:

        Giustamente, come nella maggior parte dei problemi ingegneristici, ci sono spesso scelte di compromesso che includono un’analisi di costi/benefici.

    • Manuel83 ha detto:

      Grazie per la precisazione. Infatti ho scritto “Per dare un ordine di grandezza a questo limite, potremmo dire che esso si attesta approssimativamente attorno ai 25 m/s o poco più (difatti i motori delle vetture di Formula 1 raggiungono tali valori limite)”

  2. marco ha detto:

    ..cos’è che mi sfugge che guardando l’ultima grandezza che hai commentato, la P.areale, avrei risposto che con quel valore di 30 la più esasperata è la Veyron !?

    • Manuel83 ha detto:

      Infatti avresti risposto bene. Nella tabella ho erroneamente invertito le due potenze areali: quella della Mercedes è pari a 30. Inserisco la tabella corretta e ti ringrazio per l’intervento.

  3. marco ha detto:

    si, in effetti doveva per forza essere più alto il valore dell’ AMG, altrimenti i suoi più alti valori di PME e Vel. pistone non avrebbero fatto tornare la detta PROPORZIONALITA’ con una P.areale che invece diventava inferiore !

  4. Marco nepoti ha detto:

    Torno sull’interessante articolo “quanto è sfruttato il motore” che mi ero stampato, perché alla fine non son convinto che la Bugatti sia meno esasperata della Amg45. Intendo dire che secondo me il parametro della potenza areale è un buon indice ma soltanto finché si rimane entro un certo range di potenze. Ovvero il confronto si può fare solo tra motori con potenze paragonabili.
    Cioè non è che se aumentiano l’area dei cilindri della A45 fino ad ottenere la cubatura, ovvero potenza simile alla Bugatti, significherà che quel motore ottenuto starà ancora insieme poiché anche i conseguenti problemi aumentano in modo quadratico e non lineare ;))

    un saluto,
    Marco

    PS: ..scordavo di ricordarti che nella formula della velocità del pistone manca il tempo

    • Manuel83 ha detto:

      Buonasera Marco,
      Grazie intanto per l’intervento. Comincio dal tuo P.S. Nella formula della velocità media del pistone non manca il tempo: esso è contenuto nel termine n che è il regime di rotazione e quindi è espresso come numero di giri nell’unità di tempo ( giri/min o giri/s). La corsa c è una lunghezza, quindi tutto torna: la velocità ha le dimensioni di una lunghezza diviso un tempo.
      Per quanto riguarda il discorso sull’esasperazione, parliamo di esasperazione progettuale. È ovvio che se vado a modificare un motore aumentandone la cilindrata potrò avere innumerevoli altri problemi dovuti semplicemente al fatto che ne sto modificando la struttura che è il frutto di uno studio accurato.
      Quindi il confronto è valido anche su motori completamente differenti per dimensioni e potenza, ma naturalmente è un indice di confronto di base che, ad esempio, non può prendere in considerazione interventi che vanno a minare l’integrità del sistema perché privi di basi progettuali.

  5. Marco nepoti ha detto:

    Ingegnere, sei sempre molto gentile .
    Si, così precisato “n” ( ovvero giri/t ) è chiaro.
    Sul confronto auto, No, la mia opinione riguarda proprio l’esasperazione progettuale di un motore, soprattutto quando non per uso competizione: una cosa è dare garanzia d’uso su un mezzo da 380cv; ben altra faccenda progettuale è darla su un mezzo che ne sviluppa 1200.

    • Manuel83 ha detto:

      È proprio questo il fatto: non bisogna guardare solo la potenza!
      Se io chiedessi: è più esasperato un motore da 1300 CV o uno da 300 CV? Non si potrebbe rispondere a priori scegliendo quello da 1300 CV, perché ad esempio potrei aggiungere che quello da 1300 è un motore di un carro armato 26000 di cilindrata, mentre quello da 300 è un 2 litri sovralimentato e la prospettiva cambierebbe.
      Facciamo un discorso al contrario. Ricavando la formula della potenza di un motore è possibile dimostrare che essa è proporzionale all’area dello stantuffo e non alla cilindrata. Questo vuol dire che due motori di pari cilindrata, a parità di altri parametri, sviluppano potenze diverse se cambia il rapporto corsa/alesaggio. Ora consideriamo proprio questo caso: il motore A ed il motore B hanno la stessa cilindrata, ma A ha un alesaggio maggiore. Se i due motori avessero la stessa potenza, A risulterebbe sottosfruttato rispetto a B, infatti avrebbe una potenza areale inferiore e sarebbe meno esasperato. Questo è il concetto di base che vorrei trasmettere.

  6. Marco nepoti ha detto:

    ci avrei scommesso che mi tiravi fuori l’esempio del carro armato. …dai non mi costringere a precisare ogni cosa e scrivere un post da avvocato 😉
    Sicuro guardare solo la potenza non dice molto se non si guardano gli altri parametri che hai ben descritto. ma io aggiungo: Attenzione che quei parametri diventano insufficienti quando si va oltre una certa dimensione. Nello specifico, la minor esasperazione, anche progettuale, che si potrebbe attribuire alla Veyron rispetto alla A45 guardano il numerino della Potenza areale”, è solo apparente.
    Sicuramente la A45 è qualcosa di straordinario ma un veicolo, non un carro armato ma una cosa paragonabile dimensionalmente e per destinazione d’uso
    come la Veyron è qualcosa di sublime e nonostante i molti più anni rispetto al progetto dell’A45, non mi pare sia stato ancora eguagliato.
    E questo te lo ammette uno che ha un’ Amg che nonostante tutto arriva solo alla META’ della potenza della Veyron.
    Che la Veyron rappresenti la “massima esasperazione” progettuale per un veicolo da strada ad uso privato, probabilmente irripetibile lo si constata semplicemente aprendo un giornale di auto: troviamo 2Litri e 3Litri con tantissimi cavalli, 300, 400, 500; troviamo 5 e 6Litri che arrivano anche in zona 700 e che hanno prezzi consimili a Veyron. Ma 1200cv (e ripeto, questo è un progetto da 1200cv, non sono i 1200cv dei tuning alla Hennessey), è semplicemente un altro pianeta di esasperazione progettuale ..con buona pace della sua “potenza areale” più bassa dell’A45.

    non vorrei farti arrabbiare, ma di principio ritengo più affidabile il veicolo B a corsa lunga, anche se un po più tirato di quello A a corsa corta ;))

    • Manuel83 ha detto:

      🙂 Ma figurati, arrabbiarmi per così poco…
      Nessuno mette in dubbio la straordinarietà di un’auto come la Veyron e quando dici “non sono i 1200cv dei tuning alla Hennessey” è proprio vero. I 1200 CV di un radicale intervento di tuning molto probabilmente ti restituiranno un motore molto meno affidabile rispetto a quello della Bugatti perché eccessivamente esasperato.
      Comunque, non fraintendermi, non ho la pretesa di convincere nessuno: cerco solo di portare avanti delle evidenze. Davanti alle opinioni altrui alzo le mani. 🙂
      A parte gli scherzi, ti ringrazio per i tuoi interventi perché denotano un sano interesse per la materia ed è per me sempre un piacere partecipare alla discussione.

  7. Marco nepoti ha detto:

    mi fa piacere e ti ringrazio della cordialità. Ti dico che prima di intervenire mi son preso la briga di fare qualche calcolo con le potenze areali che venivano fuori per esempio dai V8 Amg: ..cavolo il mio sembrava così basso e dire che 600cv sono un po il limite di affidabilità di queste auto …poi cerco quelle che arrivano oltre i 700cv .. ma siamo sempre sotto il valore di 10 ; alloro provo con la Ferrari da 800cv ma niente da fare ..il valore di 20 è lontanissimo. Figuriamoci il 26 o il 30 della nostra A45. Di qui quanto ho dedotto.
    La Veyron ..a quel tempo (fine anni ’90, primi 2000) seguivo aspetti più economici del gruppo Volkswagen e mi è tornata in mente la “pazzia” economica che significò quel progetto, portato avanti dalla sola testardaggine del presidente del gruppo in prima persona come fosse il suo sfizio (direi Müller) …che mise in crisi le enormi finanze del gruppo VW, oltre alla testa del presidente stesso, perché tutta quella potenza metteva in crisi tutti i materiali che provavano, quando non prendeva fuoco ..
    –A fine 2013 è stato rivelato che, nonostante l’alto prezzo, ogni Veyron venduta causava una perdita di 6,27 milioni di dollari (4 milioni e 600.000 euro circa) al gruppo Volkswagen, proprietario del marchio, per una perdita complessiva di 1,7 miliardi di Euro.[3][4].–

    Ps: ..affidabilità è una cosa ma, non mi fraintendere, a me piacciono di più i corsa corta 😉

  8. fuser ha detto:

    caro manuel,
    senza essere un ingegnere, per capire il grado di esasperazione di un motore mi sono, molto semplicisticamente, basato sulla formula potenza litro. posso quindi affermare senza ombra di dubbio che il mio 2000 da 130 cv è meno ” esasperato” del tuo 2000 da 260 cv. ciao un abbraccio
    giuseppe spiridigliozzi

    • Manuel83 ha detto:

      Ciao Pino,
      Hai ragione, in questo caso non ci sono dubbi! Comunque, conoscendoti, sono sicuro che con un po’ di “fantasia” potresti rendere il tuo 2 litri addirittura più esasperato del mio. 😁

  9. lucio ha detto:

    Non ho capito uno stantuffo di niente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *